In un giorno come tutti gli altri una gatta trova un soldino… cosa potrà farci? Cosa comprare? Dopo aver esaminato la possibilità di acquistare alcuni frutti: la mela, la pera, l’arancia, la pesce, l’albicocca… deciderà di comprarsi un fiocco! Inizierà una nuova avventura durante la quale incontrerà molti animali, ma solo uno conquisterà il suo cuore.

Lo spettacolo vuole iniziare un percorso ludico e creativo per stimolare fantasia, intuito e percezione. Lo spettacolo utilizza l’espressione teatrale e musicale per intraprendere un cammino dinamico che mira a stimolare i bambini aiutandoli a conoscere e ad elaborare i propri mezzi espressivi: capacità di ascolto e di sintesi, sensibilità e comunicazione. I piccoli spettatori vengono coinvolti nel racconto della storia e sono invitati a partecipare tenendo conto delle loro capacità per sperimentare le prime attività di drammatizzazione collettiva.

La proposta di questo spettacolo tiene conto soprattutto della tenera età dei destinatari a cui è rivolto, un’ età in cui i bambini non hanno ancora delineato un confine preciso tra loro e la realtà circostante, tenendo conto di ciò gli elementi che compongono lo spettacolo saranno soggetti ad una organizzazione e un programma di lavoro mirato e pensato per loro. La commedia verrà raccontata dall’operatrice che interpreterà anche i personaggi a voce e che mostrerà via via dei cartelli sui quali saranno raffigurate le immagini disegnate. Tutto questo servirà ad invitare il bambino in un mondo nuovo e fantastico senza però sottoporlo ad effetti visivi e sonori troppo impegnativi per lui. Anche la musica sarà eseguita dal vivo e mediante strumenti musicali ritmici e melodici indicati per i più piccoli affinché abbiano un approccio naturale e spontaneo alla musica. Dopo lo spettacolo, gli strumenti musicali vengono messi a disposizione dei bambini perché possano sperimentare liberamente.

Autore: Adattamento favola popolare
Regia: Erika Manni
Attori: Erika Manni, Tiziano Tarli
Musica: dal vivo
Tecnica: Attori e disegni
Scene: Giulia Ciucciovino
Attrezzeria: Teatro Pantegano
Grafica: Simone Achille
Foto: Oriana Collepardo